mondocane

conoscevo alberi e prati, una volta. resta di me un ricordo. neanche fosse toccante, neanche fosse profondo. resta di me un ricordo remoto. 

conoscevo la mia casa, la sensazione di svegliarsi in un luogo familiare e accogliente, la certezza che il caffè sarebbe stato zuccherato e tiepido.

DETESTO L’IRONIA SUPERFICIALE DI QUESTI DISCORSI. la distanza generazionale e il tentativo di cavarmi fuori qualcosa dai sorrisi a mezza bocca.
non una parola, non una parola di più. 
Annunci
  1. #1 di Ilaria il novembre 24, 2009 - 1:13 pm

    non detestare questa immagine di te, e prendi i ricordi come tali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: