pessimismi stagionali, desideri eterni.

estati trascorse a contare le distanze tra noi e passarle ad unità di misura più piccole per non farle sembrare così spaventose

accuse di speranze disattese

dici

con i tuoi ossimori emotivi

che il mio è stato un tentato omicidio.

 

penso ai ritorni

niente mi destabilizza come la tua mancanza.

 

Annunci
  1. #1 di Tia il agosto 3, 2011 - 10:25 am

    se proprio ci tieni a starmi vicino comicia a rispondere al telefono, sto fantasma del cazzo.
    avrebbero un sapore diverso le tue parole se trovassero fondamento nella realtà dei fatti, provaci, almeno una volta.

  2. #2 di maria il agosto 3, 2011 - 5:39 pm

    Amare da lontano è uno strazio.
    E l’estate tutto sembra ancora più lontano.
    E il tempo, per certi versi, non passa mai.

    E l’eterna Penelope a volte non trova più il senso in tutto ciò.

  3. #3 di my own private idaho il agosto 3, 2011 - 9:10 pm

    il sole che affonda.. schiele, te e me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: