il cielo pone in capo/ ai minareti/ ghirlande di lumini (never let me go)

notte

mi chiedevi di non essere tragica

ti rispondevo che la mia è vocazione al melodramma

 

da lì si vedevano solo luci come germogli di vita

la luna violenta

e stelle che, con pazienza,

diventavano meteore.

 

da lì ogni respiro era implosione di chimere

apnee di pensieri

per desideri eterni

per il modo discreto che hai di raccontarmi i tuoi sogni.

 

Annunci
  1. #1 di a il agosto 11, 2011 - 2:22 pm

    emozione

  2. #2 di maria il agosto 11, 2011 - 9:30 pm

    struggente

  3. #3 di willyco il agosto 14, 2011 - 8:05 am

    Sotto luci al neon impudiche gambe e generi
    Un vortice avvita e distribuisce desideri,
    Che’ quelli sono infine il motore del mondo,
    Galleggia prima di farsi cono e puntare al cielo,
    La’ dove la luna davvero parla con i minareti.
    Anche stanotte gli alberghi, e le stanze si gonfieranno
    Di venti di vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: