il peso della farfalla

 

il giorno resta sulla soglia delle tue palpebre chiuse e ancora imbevute d’incanto

cerca tepore

 

ho pensieri di rugiada da quando il tuo cuore mellifluo mi respira dentro.

 

Annunci
  1. #1 di a il settembre 27, 2011 - 12:21 pm

    “Tu sei per la mia mente come il cibo per la vita,
    come le piogge di primavera sono per la terra
    e per goderti in pace combatto la stessa guerra
    che conduce un avaro per accumular ricchezza.

    Prima orgoglioso di possedere e, subito dopo,
    roso dal dubbio che il tempo mi scippi il tesoro;
    prima voglioso di restare solo con te
    poi orgoglioso che il mondo veda il mio piacere.

    Talvolta sazio di banchettare del tuo sguardo,
    subito dopo affamato di una tua occhiata:

    Non possiedo né perseguo alcun piacere
    se non ciò che ho da te o da te io posso avere.

    Così ogni giorno soffro di fame e sazietà,
    di tutto ghiotto e d’ogni cosa privo.”

  2. #2 di tuttoilcontrariodime il ottobre 3, 2011 - 10:01 pm

    possiedi una capcità di sintesi impressionante. riesci a cmunicare i tuoi stati con pochissime parole, sembre giuste sempre dritte al centro… sono impressionata!
    come sempre mi stimoli riflessione …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: