Archivio per settembre 2012

presagio (“che non ho niente in mano da offrire al mio popolo niente altro che una mela una mela rossa, il mio cuore.”)

il tuo nuovo materasso è scomodo come le mie scarpe, non ci si aggiustano addosso

bisogna educarli agli spigoli.

 

ho sulle labbra il dieci Agosto

nel cuore il vento settembrino che giocava sulla tua fronte

tra le mani l’amore del mondo

ed ho soltanto voglia di dare tutto a te.

2 commenti

bronzo

ed apro gli occhi e già mi nutre questa dolce devozione alla tua voce

nel dormiveglia delle tue parole d’amore mattutine

che piano ti giocano sulle labbra e ti accarezzano il viso.

Lascia un commento

azzurro cielo.

fammi vedere doce voli tu

così poi ti seguo.

tu mostrami la via

conosco il tuo odore come conosco il mio.

Lascia un commento

se mi guardi dentro vedi te stesso.

è il colore acceso del mio sangue, quel puntino luminoso che vedo nel cielo, o è il riflesso dei tuoi occhi?

Lascia un commento

animo temprato, è ora di svegliarsi.

tu che hai l’animo liscio come la seta

mi porti a passeggiare sui prati fioriti

mi porti a sentire il vento sulle scogliere

mi porti con te?

 

1 Commento

Il cuore rallenta e la testa cammina in un buio di giostre in disuso.

 

E’ l’autunno delle distanze

sarà l’inverno degli incontri

quanto ancora dovremo aspettare prima che faccia neve?

 

Tu resta, fa che sia sempre il pensiero di svegliare te a svegliarmi

perchè il tuo ricordo è la mia unica dolcezza.

1 Commento

de la ausencia y de ti.

anime così spoglie di parole,

così nude

da farsi paura.

1 Commento