Archivio per luglio 2017

ambra.

Mi sei apparsa

nella resina dei sogni persi

avevi gli occhi dello stesso colore d’ambra

di mille anni fa

quando ancora ci svegliava la luce del sole

o la voce di nostra madre

anziché la paura di un giorno nuovo,

anziché l’aspettativa.

 

Ti ho visto

e mi hai commosso.

 

Avevamo ancora vestiti puliti

tu sempre le ginocchia sbocciate

tu sempre i mille cuori che ti vivevano dentro.

 

Ma il peso del tempo é come pietra sui corpi

l’irrimediabilità del trascorso mi spegne.

Rimane di te quella resina spessa sui miei sogni

e poco più che un profumo remoto.

guy-bourdin1

Lascia un commento

Cellulosa.

chagallHo un davanzale pieno di fiori arancioni, come nei quadri di Chagall

bellissimo, invaso da petali profumati che stillano sole dalle venature di cellulosa

mi fermo a guardali ogni mattino, mi raccontano di quanto sia sacro l’amore

guardano il cielo dal nostro spicchio di cielo, azzurro, lontano

mi dicono di non aver paura, che d’estate si trema sempre di nostalgia.

 

Lascia un commento